mercoledì 14 maggio 2014

Fritto Misto: Il Bello Delle Donne, amori, passioni e guai di provincia

logo ufficiale della serie 

Il Bello delle Donne è una fiction tutta made in italy, prodotta dal 2001 al 2003 per un totale di tre stagioni, nel 2016 tornerà in onda con la quarta stagione che riprenderà la narrazione quindici anni dopo dai fatti accaduti nel finale della terza e vedrà la partecipazione di nientepopodimenoche Manuelona Arcuri. Le prime tre stagioni sono composte da dodici episodi e ognuno di esso racconta le vicende avvenute nell'arco di un mese, in modo da ricoprire un anno di intrighi, amori, cospirazioni e tanti, tanti segreti. In ogni puntata viene raccontata una particolare vicenda di un componente del cast, nella prime stagioni veramente stellare ('nsomma): Virna Lisi, Stefania Sandrelli, Nancy Brilli, Antonella Ponziani, Eva Grimaldi ma anche la famosissima Anita Ekberg (interpreta de "La Dolve Vita") sono solo alcune delle attrici che hanno dato vita ai personaggi che hanno appassionato le casalinghe (e non solo) di Italia per i tre anni di prima visione e le svariate replice successive in onda a rotazione su tutte le reti Mediaset. Ambientata nella tranquilla città di Terni, le vicende narrate ruotano intorno lo staff e i clienti del salone di bellezza per signore, Il Bello delle Donne, amministrato da Anna (Stefania Sandrelli) e alcuni suoi cari amici (interpretati da Nancy Brilli, Antonella Ponziani e Stefano Bellinzoni). 

 
Il cast delle prime tre stagioni

Cospirazioni politiche, lotte per le eredità, amori impossibili e tanti tanti intrighi, sono questi i temi trattati dalla fiction, che nel corso degli episodi ha saputo affrontare anche argomenti delicati come la tossicodipendenza, la transfobia, l'omosessualità e l'incesto. Memorabili gli episodi in cui si racconta la ricaduta della tossicodipendente Francesca (Antonella Ponziani) alimentata da un amore malato, del rapporto incestuoso tra madre e figlio, di un ragazzo etero che si innamora di una ragazza trans. Argomenti importanti che vengono trattati con estrema delicatezza e serietà, senza scimmiottare quelli che sono i sentimenti e i rapporti umani, di qualunque tipologia essi siano (cosa che speriamo si ripeta con la quarta stagione). Tutti i personaggi hanno delle vite complicate, piene di problemi, di amori impossibili e di situazioni apparentemente irrisolvibili. Storie che, in un modo o nell’altro, sono molte vicine alla vita di tutti i giorni, ai sentimenti e ai rapporti che ogni persona instaura nel corso della propria vita. Tra i tanti, i miei preferiti sono: 

Annalissa Bottelli De Balsano interpretata da Giuliana de Sio: Annalisa è la tipica donna di umili origini che riesce, grazie al prestigio del marito Andrea, ad inserirsi nell'alta società ternana. Nel corso delle tre stagioni è protagonista di truffe, tradimenti, divorzi, falsificazioni di testamenti, tentati omicidi e corruzione; insomma, una donnina che non riesce proprio a stare lontana dai guai.

Luca Manfredi interpretato da Massimo Bellinzoni. Luca è il capo parrucchiere e poi proprietario del Bello delle Donne. Migliore amico di Anna, Vicky e Francesca, si preoccupa per le amiche e per le loro relazioni e non bada alla propria vita e ai propri amori. Nel corso della serie il suo fidanzato storico Andrea (sposato con Annalisa per nascondere la sua omosessualità) muore di infarto, frequenta un ragazzo, Maurizio, che porta avanti una relazione incestuosa con la propria madre e si innamora di un ballerino (interpretato da Massimiliano Varrese) che poi lo lascia per un coreografo molto più anziano di lui. Insomma, una tragedia, e per questo è adorabile.

Vittoria 'Vicky' Melzi interpretata da Nancy Brilli. Lei è la hippie della serie, bionda, svampita e sfortunata con gli uomini. Nel corso degli episodi si sposa con un uomo che poi tradisce con Bobo De Contris (interpretato da Gabriel Garko), che è anche amante di Annalisa Bottelli, si innamora di un prete e rischia la vita in un conflitto a fuoco nel finale dell'ultima serie prodotta. La tipica bionda combina guai. Il mio amore per questo personaggio è puro.

Oltre agli intrighi e ai segreti, c’è anche spazio per le risate e le gag-divertenti, nelle scene dedicate alle storylines di Annalisa Bottelli (Giuliana De Sio) le risate sono assicurate! 
Una fiction assolutamente gay-friendly con personaggi e relazioni di natura omosessuale che vengono trattate con naturalezza e rispetto, segno che l'Italia era molto più avanti nel 2003 che al giorno d'oggi. Senza troppe pretese, vuole raccontare e descrivere le varie sfaccettature di quei sentimenti presenti anche nelle esistenze di tutti noi, ben fatta, con delle storie appassionanti e avvincenti. È dunque il prodotto perfetto da guardare durante le serate di inverno in compagnia delle amiche o della dolce metà, perchè le casalinghe di provincia non sono mai state così interessanti. 

Per questa settimana è tutto, alla prossima con una nuova produzione tutta d scoprire! 

Baci Stellari a tutti voi, Vincenzo. 

Nessun commento:

Posta un commento