martedì 20 maggio 2014

Planka.nu: Pagare la metro? No, Grazie.

planka.nu
In Svezia la metro non si paga in segno di protesta. Si chiama Planka l'associazione che raggruppa tutti gli utenti che non sono disposti a pagare il biglietto per utilizzare i mezzi pubblici. Alla base di questa iniziativa vi è il pensiero che i mezzi pubblici, dovrebbero essere totalmente gratuiti e pagati dall'amministrazione comunale oppure dai cittadini con un reddito alto. Il sistema è molto semplice, basta iscriversi all'associazione pagando una retta mensile di 11 euro (di quattro volte inferiore rispetto al prezzo di un abbonamento mensile che costa circa 87 euro) e impegnarsi a utilizzare i mezzi senza acquistare il biglietto. A cosa servono i soldi raccolti con le quote d'iscrizione? A pagare le eventuali multe, anche se, con il tempo, per i controllori è diventato sempre più difficile beccare i circa 500 membri dell'organizzazione. Infatti, se nel 2004 ben l'80% delle quote era stato utilizzato per pagare le multe, lo scorso anno è stato usato solo il 40% del fondo.
Planka è molto popolare a Stoccolma e sul web impazzano i video in cui i membri spiegano come aggirare i tornelli o come e quando scappare in caso dell'arrivo di un controllore. Le tecniche sono numerose: si può passare in due al posto di uno (ma questo è successo anche a me a Roma con un tizio che a momenti mi scaraventava per terra...e per farmi cadere ce ne vuole), bloccare il tornello (fatto con un amica a Parigi perché avevamo speso già troppi soldi e poi era l'ultimo giorno), oppure utilizzare metodi più sofisticati come usare degli indumenti per ingannare il sensore delle porte di uscita o addestrare dei cani ad agitarsi per far azionare il sensore. 


Un membro di planka.nu che si sente fashion blogger

Una sorta di protesta dunque verso le regole imposte dalla società e dalle amministrazioni pubbliche che con il tempo ha trovato sempre più consensi. 
Personalmente trovo questa iniziativa molto interessante, a tratti anche coraggiosa, dopotutto non tutti hanno il fegato di salire senza biglietto e correre come degli invasati se si palesa un controllore. L'idea, comunque, non è nuova, da noi la gente viaggia sui mezzi pubblici a sbafo regolarmente, A Napoli sono anni che lo fanno. Certo, non c'è il nobile scopo come motivazione, ma dopotutto siamo in Italia, suvvia. 

Se volete maggiori informazioni riguardo l'iniziativa, potete visitare il sito ufficiale (planka.nu) che è tradotto in tantissime lingue, compreso l'Italiano, che cosa toppissima. 

2 commenti: