giovedì 17 luglio 2014

Cooking with Crista #12 - Brindando all'estate! Cocktails

L'estate è arrivata!
E' tempo di uscite. Che siano mattutine, pomeridiane, serali o notturne... E ogni scusa è buona per bere un buon bicchiere!
Sono un'amante del vino rosso, estate o inverno che sia. Negramaro, Nero d'Avola e Primitivo del Salento sono i miei preferiti. Il Cirò, il più famoso vino calabrese, non è tra i miei preferiti ma non lo disdegno d'inverno, così come il Chianti. Per i bianchi, che preferisco d'estate, adoro il Corvo Glicine ma un buon Pinot grigio o un Vermentino di Gallura freschi hanno anche il loro perché.
Per quanto riguarda le birre preferisco le bionde tedesche purché senza schiuma e ghiacciate per pasteggiare, ma se devo brindare con la birra volo in Mexico: Corona, sale e lime. Ma se hai davanti un panino con la mortazza la Peroni è la morte sua!
Perfetto in ogni occasione, dall'aperitivo, al pasto ai festeggiamenti al dopocena è il Prosecco, che sia freddo, freddo, freddo.
Non amo lo spumante, specialmente quello dolce. Neanche per accompagnare la classica torta alla fine di una festa. Pensate che il giorno della mia laurea ho brindato con del prosecco e ho tagliato la torta con un Chianti, a Firenze, e con un vino rosso (di cui disconosco il vigneto ma essendo in zona credo potesse essere un Pellaro o un Palizzi) in Calabria (ho festeggiato 2 volte!). Insomma niente spumante. 
Però se parliamo di "metodo spumante"... per me Ferrari, grazie!
Non mi piace il Limoncello, nonostante tutti coloro che abbiano assaggiato il liquore del sud per eccellenza fatto da me non hanno fatto altro che complimentarsi. Cosa che mi lusinga ma proprio no me gusta, compresa crema di Limoncello e annessi, liquore e crema al Bergamotto (tipico agrume calabrese) compresi. Amo l'Amaro del Capo, servito freddissimo in un bicchiere ghiacciato! 
Di super alcolici "lisci" mi piace il Rum scuro, preferibilmente Havana e specialmente se accompagnato da una buon sigaro, ma sono in occasioni speciali. E la Tequila.
Pensate che io sia un'ubriacona che appena finisce di scrivere questo post dovrebbe andare a iscriversi all'alcolisti anonimi???
Non avete idea del dramma in cui vivo!!! Un buon bicchiere di vino, dice mia nonna, "fa sangue" quindi toglietevi dalla mente il vostro flash di "ciao mi chiamo Crista e non tocco un bicchiere da una settimana". Eliminate questa scena proprio. Io non tocco alcol dal giorno della mia Laurea (da secondo festeggiamento, chiuso, il giorno dopo del pranzo in terra natìa, con una cena a base di pesce e una Maximum di Ferrari, condivisa con dei cari amici). Si! Perché ho una sorta di intolleranza ai solfiti che, purtroppo, oggi, stanno in qualsiasi tipo di alcolico. Quindi evito quasi sempre. Ma se c'è qualcosa da festeggiare... prego perché l'intolleranza non si manifesti in quel color rosso porpora che m'infiamma il viso!
Insomma sono un'amante del buon bere che non può bere. Con le giuste eccezioni.
Dopo questo mio sproloquio sui miei gusti "beverecci" e sulle mie angoscianti intolleranze vi voglio regalare, anch'io, una top five.

I 5 cocktails di Crista Calabra

5 - Negroni
Scrivo da Firenze e non potevo non includerlo visto che nacque in questa città negli anni '20. Non è che mi piaccia ecco perché si trova in fondo alla classifica, ma lo inserisco in omaggio alla culla del Rinascimento, mia città d'adozione. 
Si prepara miscelando:
3 cl di gin
3 cl di bitter Campari
3 cl di vermut rosso dolce
Mezza fettina d'arancia 


4 - Caipirinha
Dopo i disastrosi mondiali in Brazil ecco il cocktail più famoso bevuto sulle spiagge di Copa Cabana, ottimo anche nella sua versione fruttata, la più richiesta la Caipirinha alla fragola.
Ingredienti:

6 cl di cachaça
mezzo lime 
3 cucchiaini di zucchero di canna lavorato bianco 
ghiaccio tritato 




3 - Cosmopolitan 
Carrie Bradshow docet.
4 cl di Vodka
1.5 cl di Cointreau
1.5 cl di succo di lime
3 cl di succo di mirtillo rosso 




2 - Tubo Negro
Così lo chiamava la mia amica Rocio da Madrid. In realtà è un semplice Coca e Whisky. Di solito viene fatto con un Jack Daniels, Coca cola e una fettina di limone. Ma il nostro ha
3 parti di J&B
1 parte di Coca Cola 
3 cubetti di ghiaccio... perché ricordiamoci che il ghiaccio annacqua!




1- Margarita
In messicano, origine de cocktail, significa "perla". Beh la Tequila, ragazzi!!! Sia se tracannata nei tipico caballitos liscia, degne amiche di Meredith Grey e Christina Yang, sia se accompagnata da sale e lime o una BUM BUM... Tequila amore mio!
Ma facciamoci un margarita, come una Gaby Solis che si rispetti:
5/10 di Tequila
3/10 di Triple Sec (Cointreau)
2/10 di succo di lime
sale fino (per decorare il bicchiere)


Brindate adagio!
Crista

2 commenti:

  1. Ciao!Molto invitanti questi cocktails!Soprattutto con questo caldo!!!se vuoi passare nel mio blog io parlo soprattutto di vino!!good luck
    http://cenedimary.blogspot.it/?m=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dacci un buon vinello, e noi dell'Aspirante Biondo siamo felicissimi!
      Grazie per essere passata :)

      Elimina