martedì 29 luglio 2014

Glam&Curves - SALDI: Guida alla sopravvivenza.

credits to: TVIWEB


In questo post parleremo e - se vorrete - mi racconterete dei metodi migliori per non farci fregare durante questo periodo dell'anno in cui la ricerca costante della superofferta potrebbe trarci in inganno con qualche sòla epica.

Tanto per cominciare vorrei ricordarvi che i commercianti sono una categoria della quale io non potrei fare a meno, a differenza delle commesse petulanti, che odio; ma devo ammettere che durante i saldi diventano delle iene senza pietà.
L'anno scorso mi è successo due volte di trovare durante i saldi le scarpe che avevo tanto desiderato durante l'inverno ma, improvvisamente, lievitate di prezzo, cartellini spariti e ricreati ad hoc per l'occasione con una sovratassa per il disturbo dei commessi, prodotti che improvvismente durante i saldi spariscono e, quando tu, incredula, ti avvicini per domandare che fine abbiano fatto, visto che fino a tre giorni prima erano li belle belle con i loro bei 100 euro di prezzo, loro ti guardano con occhi persi assicurandoti che nessuno le ha mai viste, e che probabilmente quel modello nemmeno esiste "ma sei sicura di averle viste qui?". E l'anno dopo ricompaiono a 99,90 "superaffare".

Il primo consiglio che mi sento di darvi è proprio questo: state attente ai cartellini e ai prodotti, monitorate l'oggetto dei vostri desideri se necessario anche con foto o riprese a raggi X, perché quando poi sarà il momento della verità è sempre meglio avere delle prove visive di quanto state contestando al venditore.

In secondo luogo state sempre attente al prodotto che state per scegliere. Non tutti sono come me che seguo di anno in anno l'evolversi delle collezioni presenti in 50 negozi in tutta la toscana, ma se vi accorgete che, ollallà, sono ricomparsi quei pantaloni che vi sembrava di aver già visto nel 2008 NON LI COMPRATE. I resti di magazzino, le taglie avanzate, i colori che nessuno considera ecc....ecc vengono rimessi in commercio durante i saldi per tentare di guadagnare su un prodotto obsoleto e fuori produzione. Spesso quando certi oggetti vengono rimessi in commercio dopo un anno di magazzino subiscono anche un rincaro rispetto ala valore attuale e, soprattutto, sono stati un anno chiusi in un magazzino. Bleah.

Per non parlare poi delle offerte alla "compri 4 paghi 1", diffidate dalle super-offertone stracciatissime, soprattutto quando si tratta di scarpe. Non vorrei mai che pensaste di aver fatto un affare comprando 2 paia di sandali del valore di 5 euro cadauno per la modica cifra di 45 per entrambi. 

Diffidate dalle cinesate. Io mando avanti l'economia cinese durante tutto l'anno, no doubt, ma state attente ai negozi che si spacciano per italiani, come un famoso negozio di scarpe fiorentino che inizia per P e finisce per USO, e poi vendono scarpe di infima qualità e applicano delle maggiorazioni sul prezzo PAUROSE e, come se non bastasse, incollano l'etichetta con la marca del loro negozio SOPRA quella cinesissima "Meravigliosa". Uno scandalo.

Una soluzione in questi casi la trovate facilmente nel caso in cui il negozio che vi interessa abbia anche uno store online, dal momento in cui online ci sono sempre i prezzi reali del "prima" e "dopo" sconto e le marche presentate DEVONO necessariamente CORRISPONDERE  a quelle vendute. Internet non mente.

Per noi Curvy girls, poi, i saldi sono anche un momento di struggimento maggiore, poiché al momento degli sconti le taglie rimaste sono SEMPRE quelle minuscole. Ho letto giovedì che il 60% delle donne in questo momento storico porta più della 46... E allora sorge spontanea la domanda: PERCHE' I NEGOZI SI OSTINANO A TENERE SCORTE INFINITE DI 38 , MA SOLTANTO 4 MISERE 48? Ai posteri l'ardua sentenza.
Non vi demoralizzate comunque, ragazze; io fino ad ora ho fatto uno shopping coi controfiocchi, sono super soddisfatta e, soprattutto, ho comprato in negozi di qualità spendendo delle cifre decenti. 

Mi sono dissanguata comunque, ma questo è perché io sono fuori controllo. Tra l'altro molto shopping l'ho fatto da MAC, anche se non c'erano i saldi, e stavo proprio pensando di riaprire in bellezza a settembre con una bella review dei prodottini costosini di questo brand da Youtuber Americana Figa (YAF).

Dunque. Ricapitolando. Per favore, non vi fate fregare dalle apparenze, che, come nella vita quotidiana, anche nello shopping ingannano, seguite i vostri gusti e non l'offerta più vantaggiosa, state attente alla fattura e ai materiali, e diffidate dei prezzi troppo bassi. 
Voi che metodi adottate per non farvi fregare dalla voglia pazza di shopping?
Avete mai avuto esperienze traumatiche tipo le mie?

Con queste perle di saggezza ancestrale vi lascio e vi auguro una favolosa estate! 

Nessun commento:

Posta un commento