giovedì 22 gennaio 2015

Elinor's diary #13 - Nuovo anno, nuove creazioni!

Il 2015 è ormai giunto da qualche tempo nelle nostre vite, l'albero di natale, i dolci e le pietanze prelibate, i canditi e l'uvetta, lo zucchero a velo e gli omini di panpepato sono ormai solo un lontano ricordo. Eh sì, è questa la realtà, si torna alla vita di tutti i giorni, ma cerchiamo di farlo a suon di creatività! Durante un pomeriggio piovoso e studioso, in uno di quei momenti di distrazione massima, mentre assaporavo un mega yogurt alla soia, ho avuto un'idea molto dolce per creare dei portagioie o oggetti. Cosa andremo a realizzare nello specifico? Dei contenitori con un tappo speciale, che ricordi la panna o glassatura di un cupcake! L'occorrente? Per questo progetto non serve molto materiale e tutto è di facile reperibilità. Innanzitutto il contenitore che farà da base può essere sia un vasetto di yogurt, che un barattolo di vetro (quelli delle marmellate o passate di pomodoro): io ho realizzato il progetto utilizzando entrambe le tipologie. Il primo, non è però il classico vasetto piccolo di plastica con la linguetta in alluminio, bensì un vasetto molto più grande e trasparente, con tanto di tappo riutilizzabile (altrimenti una volta mangiato il contenuto e tolta la linguetta, resteremmo senza chiusura). Per realizzare la decorazione del coperchio ho scelto il gesso a presa rapida e per dare la giusta forma alla panna mi sono aiutata con dei cucchiaini usa e getta. Ricordatevi di agire in fretta perché questo tipo di gesso si solidifica velocemente.
Procedimento:
  • Dopo aver pulito bene il contenitore prescelto, applichiamo sul tappo la quantità desiderata di gesso in modo da formare il ciuffo di crema. Il mio consiglio è quello di creare il composto un po' per volta, per evitare che non si rapprenda prima di essere distribuito sulla superfice scelta. In secondo luogo, per far sì che il ciuffo non crolli su se stesso, è importante aspettare qualche minuto tra una posa di gesso e quella successiva, in modo che questo resti al suo posto e non coli diventando una palla informe. Per distribuire il gesso ho usato principalmente un cucchiaino di plastica. Infine, per quanto riguarda le quantità di polvere di gesso ed acqua, non ho seguito delle proporzioni ben precise: l'importante è che il composto ottenuto sia liscio e denso perché se fosse troppo liquido, renderebbe difficile, se non impossibile, la creazione della decorazione, la quale non manterrebbe la forma data.
  • Una volta asciutto (è importante lasciare in posa almeno una notte)  è necessario eseguire una leggera pressione sulla decorazione in gesso affinché si stacchi dal tappo. Vi domanderete perché sia importante rimuoverla. Questo è un passaggio fondamentale: il gesso infatti, non avrebbe la giusta aderenza al coperchio e si allenterebbe senza alcun dubbio in breve tempo, determinando la rottura e la caduta accidentale dello stesso. Per fissarlo ho passato una mano di colla (io ho scelto il mastice). Ma allora perché non plasmare il ciuffo di panna a parte, per poi attaccarlo al contenitore? Perché creandolo direttamente sulla chiusura si ha la possibilità di realizzare un'ornamentazione adeguata per forma e dimensione alla base sulla quale deve essere posizionata.
  • Quando il mastice, o la colla prescelta, ha aderito, è possibile decorare a piacere. Io ho usato le tempere e dei colori per la stoffa che, essendo provvisti di beccuccio, hanno facilitato l'applicazione della finta glassa rosa.


  • Se preferite, potete anche laccare la "panna"  con del lucido trasparente. Io ho deciso di mantenere l'effetto grezzo e naturale. Ecco qui il risultato a progetto ultimato: 



Questi contenitori possono essere usati sia come svuotatasche o portagioie, che come contenitori per batuffoli di cotone o altri oggetti per la cura personale. Sono decorativi, colorati, spiritosi ma soprattutto utili!

Alla prossima,

Eleonora

Nessun commento:

Posta un commento