lunedì 16 marzo 2015

Il Taccuino di Marilea - Giovani nuovi portabandieri della diplomazia al RomeMun

Diventare delegato di un Paese membro delle Nazioni Unite, o giornalista per uno dei più importanti network internazionali, o anche traduttore nel Consiglio di Sicurezza: non sono più sogni da tenere chiusi nel cassetto ma occasioni da non perdere grazie a quello che è diventato per i giovani l'appuntamento annuale più mondano: il Rome Model United Nations! Cinque giorni da vivere tutto d’un fiato, come in un viaggio di cui non si può sprecare neanche un istante. Da sei anni a questa parte infatti il Rome Model United Nations permette agli studenti più intraprendenti e ambiziosi di partecipare alla simulazione dell’assemblea diplomatica delle Nazioni Unite. La conferenza del RomeMun è organizzata dall’Associazione Giovani nel Mondo e dal portale Carriere Internazionali.com, con il patrocinio delle tre agenzie ONU, ovvero FAO, IFAD, WFP. La tematica di quest’anno, perfettamente in linea con gli obiettivi dell’Expo, è la sicurezza alimentare e la lotta alla malnutrizione. E quale location migliore in Italia se non la capitale mondiale per antonomasia, la città che per prima ha raccolto sotto la sua conchiglia popoli e culture diverse, dando vita ad una primitiva forma di globalizzazione: Roma.


Scopo dell'iniziativa è quello di avvicinare gli studenti al mondo delle relazioni internazionali, favorendo lo scambio, il multiculturalismo e lo sviluppo delle capacità di negoziazione. A tal proposito il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon ha dichiarato in un messaggio che “la comunità internazionale capisce sempre di più il potere che hanno i giovani di cambiare il nostro mondo”. Affrontare le sfide di un futuro sempre più globalizzato e interconnesso è possibile, innanzitutto convertendo le interrelazioni in occasioni di arricchimento e sensibilizzando le future generazioni ai temi più cruciali.
Lo stivale lungo e stretto si allarga: 2000 in totale i ragazzi coinvolti, provenienti da 100 Paesi diversi. Ciascuno di essi ha potuto scegliere di candidarsi come delegato, giornalista o traduttore dopo aver superato un test di selezione; ha scelto poi il Paese ed il comitato da rappresentare ed ha ricevuto dall’organizzazione  il materiale didattico per prepararsi ed elaborare un progetto finale da presentare alla conferenza. Tutti gli studenti hanno potuto anche partecipare ai workshop e alle giornate di formazione organizzate nelle principali città italiane nel mese di febbraio. La quota di iscrizione al RomeMun è stata di 250 euro ma sono state previste anche delle borse di studio a copertura parziale o totale. Nella foto due partecipanti nelle vesti di delegate della Germania.



La simulazione del RomeMun2015 è cominciata sabato 14 marzo e si concluderà mercoledì 18 negli spazi di Eataly Roma, con l’apertura delle porte al pubblico in occasione del Carriere Internazionali Day.


Il programma della conferenza è il seguente:

14 marzo - dalle 11.30 alle 18.30 Luiss Guido Carli

15 marzo - dalle 9.30 alle 19.00 Luiss Guido Carli

16 marzo - dalle 9.30 alle 19.00 Sheraton Roma Hotel

17 marzo - dalle 9.30 alle 19.00 Sheraton Roma Hotel



La prossima settimana il Model United Nations sarà riproposto a New York in due tranches che andranno: la prima dal 21 al 29 marzo, la seconda dal 27 marzo al 4 Aprile. Sono previste 5000 presenze. L’Aspirante Biondo seguirà l’evento con un’inviata d’eccezione. Non perdetevi il prossimo numero!


Marilea!

Si ringraziano Silvia Bartolomucci e Roberto Ruocco per le foto.

Nessun commento:

Posta un commento