martedì 12 maggio 2015

Cinquanta Sfumature di Biondo #20 - Diritti ai ragazzi curvy!

male curvy model vs female curvy model - Notate le differenze?



L'altro giorno facevo un giro sui vari siti di e-shopping dedicati alle taglie forti, perché non sia mai che qualcuno apri un negozio per ciccioni in centro, e mentre visitavo le pagine dedicate alle ragazze, ho notato che i capi erano fatti bene, carini e in un certo modo rispecchiavano la "moda del momento",  mentre nella sezione dedicata agli uomini c'erano degli scorfani allucinanti che nemmeno nei magazzini di Desigual.  Non vi nascondo che mi è presa la depressione. E ho tirato pure qualche parolaccia, forse un po' troppe. 

Prendiamo come esempio ASOS, uno dei brand inglesi più famosi, che ha un'intera sezione dedicata alle ragazze curvy in cui propone abiti adatti alle forme più rotonde ma allo stesso tempo contemporanei, nuovi. E per i ragazzi? Al massimo una XL e due calci in culo. Io capisco il discorso di marketing basato sul fatto che anche le ragazze curvy -perché adesso così bisogna chiamarle- hanno il cash da spendere, ma ai ciccioni di sesso maschile chi ci pensa? Voglio credere e convincermi che questo vuoto totale non sia dovuto al solito pregiudizio secondo cui i ragazzi più grossi sono degli sfigati allucinanti, ma sinceramente non ci metterei la mano sul fuoco, d'altronde si sa, la moda è un mondo ricco di contraddizioni. 

Sarà perché faccio parte della categoria, ma trovo questa differenza e questa disparità di trattamenti assolutamente sbagliata, d'altronde abbiamo sdoganato il leggings per tutte le taglie, perché non sdoganare una sezione ASOS dedicata agli amici ciccioni? 

Ovviamente in giro per il world wide web ci sono moltissimi siti che offrono outfit anche per i più rotondi, basta saper scegliere, dunque, siccome ormai sono diventato il paladino dei ciccioni, ecco una lista degli e-shop che di solito uso per comprare vestiti: 

Kiabi (kiabi.it)
È un e-shop molto carino, forse uno dei pochi che si preoccupa di realizzare qualcosa di vagamente decente anche per gli amici plus sizes. I prezzi sono veramente vantaggiosi, la qualità è quella che è, ma per comprare tre/quattro magliette da indossare tutti i giorni va più che bene. Le taglie vanno dalla S alla 6XL, quindi ce n'è per tutti. 

Bonprix (bonprix.it) 
Il sito più amato dalle casalinghe d'Italia e non ha anche una sezione dedicata agli uomini, più pensata per i mariti pantofolai, a dire la verità ma, cari amici curvy ventenni, scavando si trovano delle cose molto carine e i prezzi sono più che abbordabili. 

Big&Tall Order (bigtallorder.co.uk)
Il sito è completamente in lingua inglese, quindi se non siete molto pratici con la lingua dovete armarvi di pazienza, ma si trovano delle cose veramente carine, e il numero di taglie disponibili è veramente alto, infatti quando trovo qualche capo di cui non è più disponibile la mia taglia mi sento magrissimo, le botte di autostima che non potete capire, i prezzi sono un po' più alti, ma la qualità di parecchi capi è decisamente migliore. 

Ralph Lauren (ralphlauren.com)
Strano ma vero, ralph lauren ha un'intera sezione dedicata ai cosidetti Big&Tall con i capi storici del brand che vengono riproposti in taglie più grandi. I prezzi sono quelli che sono, ma inutile dire che la qualità è meravigliosa. Ho acquistato numerosi capi su questo sito e non me sono mai pentito. Vi consiglio di prendere sempre una taglia in meno rispetto alla solita perché quelle riportate sul sito sono francesi, più grandi di una taglia rispetto a quelle italiane. La cosa più bella? la spedizione velocissima, massimo quattro giorni. 

Macy's (www1.macys.com)
Probabilmente non ha bisogno nemmeno di presentazioni, e devo dire che il reparto Big&Tall è veramente ben fornito, con numerosi brand e una vasta selezione di capi -anche se in molti casi si rischia di cadere nel "nonnino in pensione- dunque bisogna scavare a modino. L'unica pecca sono i tempi di spedizioni, circa un mese, perché la merce viene spedita dagli Stati Uniti. Non c'è invece nessun problema con la dogana, passano tranquillamente senza problema, quindi non c'è da preoccuparsi. 

Questi sono più o meno i siti che utilizzo per acquistare i capi che indosso quotidianamente, ho anche trovato qualche negozietto specializzato nella mia città, quindi vi consiglio di fare una ricerca su google per trovare qualcosa nella vostra zona, magari sarete fortunati! 

Se invece, miei carissimi fashion brands, siete arrivati a leggere fino a questo punto del post senza strapparvi i capelli o vomitare e volete contattarmi per una amesing collaborescion, potete contattarmi tramite aspirantebiondo@gmail.com. 

Vi confesso che, mentre scrivevo questo post, mi sono sentito più o meno così: 

paladino dei ciccioni alla riscossa! 


Vincenzo

Nessun commento:

Posta un commento